Andrea Mazzeo – PAS l’orrore del terzo millenio

21 Feb

“Alla fine del Medioevo la lebbra sparisce dal mondo occidentale. Ai margini della comunità, alle porte delle città, si aprono come dei grandi territori che non sono più perseguitati dal male, ma che sono lasciati sterili e per lungo tempo abbandonati. Per secoli e secoli queste distese apparterranno all’inumano. Dal XIV al XVII secolo aspetteranno e solleciteranno, attraverso strani incantesimi, una nuova incarnazione del male, un’altra smorfia della paura, magie rinnovate di purificazione e di esclusione”.

Si apre con queste parole uno dei testi più significativi del 1900, la “Storia della follia nell’età classica” di Michel Foucault; nel XVII secolo quelle “distese che apparterranno all’inumano” sono i nascenti manicomi, nel nostro XXI secolo si moltiplicano le comunità per minori e si moltiplicano i minori rinchiusi nelle comunità. Il “grande internamento” del XVII secolo vi rinchiuse quelle esistenze che mal si conciliavano con le dinamiche socio-economiche dell’incipiente rivoluzione industriale; il post-tecnologico XXI secolo, attraverso gli strani incantesimi che gli sono peculiari, rinnova le magie … di purificazione e di esclusione rinchiudendo bambini capaci di pensare.

Lo strano incantesimo del XXI secolo, la nuova incarnazione del male, l’orrore del terzo millennio, porta un nome, è la famigerata PAS, già ampiamente screditata dalla letteratura scientifica internazionale di provenienza giuridica e psichiatrica sin dal 1994, già definita nel 2003 dall’Istituto di ricerca dei procuratori americani come “teoria non dimostrata in grado di minacciare l’integrità del sistema di giustizia penale e la sicurezza dei bambini vittime di abusi”  e che di recente è stata oggetto d’interesse da parte del Ministero della Salute che su di essa così si è espresso:

“L’Istituto superiore di sanità, interpellato perché è il più alto organo di consulenza scientifica del Ministero, ha sottolineato che i fenomeni di ritiro dell’affetto da parte del bambino nei confronti di uno dei genitori, emersi in alcuni casi di affidamenti a seguito di divorzio, possono essere gestiti dagli operatori legali e sanitari senza necessità di invocare una patologia mentale per spiegare i sentimenti negativi di un bambino verso un genitore. L’inutile e scientificamente non giustificato etichettamento come «caso psichiatrico» può rendere ancora più pesante la difficile situazione di un bambino conteso. Sebbene la PAS sia stata denominata arbitrariamente dai suoi proponenti con il termine «disturbo», in linea con la comunità scientifica internazionale, l’Istituto superiore di sanità non ritiene che tale costrutto abbia né sufficiente sostegno empirico da dati di ricerca, né rilevanza clinica tali da poter essere considerata una patologia e, dunque, essere inclusa tra i disturbi mentali nei manuali diagnostici”

La cosiddetta PAS, e le sue varianti mistificatorie quali ‘alienazione genitoriale’, ‘bambino alienato’, ‘bambino colonizzato’, ‘ostacolo alla bigenitorialità’, pericolosi mutanti che disconoscono il diritto di parola dei bambini, sono quindi il nulla e sulla base di questo nulla bambini sanissimi, che non sono affetti da alcun disturbo mentale vengono rinchiusi nelle comunità.
È ora di porre fine a questi strani incantesimi, misteriose alchimie che tolgono ai bambini voce, volontà e sentimenti.

20 novembre 2012

Giornata per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

www.alienazionegenitoriale.org

Advertisements

One Response to “Andrea Mazzeo – PAS l’orrore del terzo millenio”

Trackbacks/Pingbacks

  1. L'affido condiviso, la Pas, il ddl 957 e altri disegni di legge: facciamo chiarezza | Il Diavolo Veste PAS - October 29, 2016

    […] dal contesto scientifico internazionale. Qui alcune valutazioni: Società Italiana di Pediatria, Andrea Mazzeo [vedi anche QUI],Maria Serenella Pignotti. Inoltre Jorge Corsi di ASAP [fonte secondo alcuni […]

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: